In evidenza, News

Roma, 19 novembre 2020. “Apprendiamo con piacere il rifinanziamento del contratto di espansione in legge di Bilancio 2021” – dichiara Pietro Guindani, Presidente di Asstel-Assotelecomunicazioni.

Con questa misura il Governo e in particolar modo il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Ministero dell’Economia e delle Finanze vanno nella direzione di valorizzare l’importanza delle politiche attive del lavoro, che dovrebbero diventare sempre più strutturali”.

Auspichiamo che le Istituzioni procedano nelle prossime settimane nel percorso di rafforzamento dell’innovazione per accogliere le sfide del prossimo futuro. Sarà fondamentale rendere questo strumento strutturale anche tramite l’utilizzo dei Fondi UE” – prosegue il Presidente.

Da diverso tempo, il settore TLC è protagonista di un profondo processo di digitalizzazione e trasformazione tecnologica, che interessa trasversalmente tutte le aziende della nostra Filiera; il contratto di espansione – già utilizzato dalle nostre imprese nella prima fase di sperimentazione – è l’occasione per realizzare un vero patto inter-generazionale prevedendo l’assunzione di giovani con nuove professionalità. In questo processo è fondamentale aumentare la competitività delle nostre imprese sviluppando percorsi di formazione continua e certificata che puntino al reskilling e upskilling delle competenze dei lavoratori già in forza” – conclude il Presidente.